17 marzo: in Irlanda si festeggia San Patrizio, in Italia ricorre l’anniversario dell’unità

Il 17 marzo è giorno di anniversari per due terre a cui molto Corsi si sentono legati, a vario titolo.

La surella d’Irlanda, isola che ha lottato con successo per l’indipendenza (e con meno successo per la lingua irlandese), festeggia oggi il suo patrono, San Patrizio. Trifogli verdi, simboleggianti la Trinità, campeggiano in Irlanda e in tutto il mondo, essendo la diaspora irlandese presente in moltissimi Paesi. Canti, balli, parate e… fiumi di birra accompagnano i festeggiamenti.

La vicina Terraferma italiana invece, oggi non festeggia. Ma il 17 marzo è l’anniversaria dell’Unità d’Italia. In quella data, nel 1861, nacque infatti il Regno d’Italia, che riuniva politicamente molti Stati tra quelli in cui la penisola era frammentata. Nato dall’iniziativa del Regno di Sardegna, che aveva per capitale Torino, il nuovo regno ebbe proprio quella città come capitale fino al 1865, quando fu spostata a Firenze. Per poi raggiungere nel 1871 l’attuale sede, Roma, che lo Stato Pontificio non voleva cedere al nuovo Stato. Molti Italiani però ignorano questa ricorrenza, che in Italia non è giorno festivo, se non ogni 50 anni (l’ultima volta fu nel 2011).

Due Paesi molti diversi, due legami speciali con la nostra isola, una data importante: il 17 marzo.

,