Lotta agli incendi: dei velivoli di rinforzo per la Corsica

I mezzi aerei di soccorso contro gli incendi boschivi stagionali sono arrivati in Corsica. Due canadair e due tracker sono arrivati giovedì 15 giugno ad Ajaccio e Solenzara con due settimane di anticipo. Una decisione presa a causa della siccità.

Due Canadair resteranno in Corsica per l’estate. Partiti dalla base aerea della Sicurezza civile di Nîmes, sono arrivati ad Ajaccio con due settimane di anticipo.

Giusto il tempo di scaricare i bagagli dei piloti e fare rifornimento che bisogna già partire. Un caso d’incendio è stato comunicato qualche minuto prima nel territorio di Alata, vicino ad Ajaccio.

In volo, uno dei due Canadair appena arrivati e due altri mezzi giunti come rinforzo da Nîmes per intervenire sull’incidente.

Durante l’estate, non meno di quattro velivoli avranno come base la Corsica: due Canadair e due Tracker. Potranno aggiungersi dei mezzi di rinforzo in arrivo da Nîmes, dove si trova la base dei mezzi aerei, e da Cannes.

Questo dispositivo supporterà l’operazione via terra. Ad Alata, sono intervenuti una cinquantina di vigili del fuoco, e l’incendio è stato domato entro mezzogiorno.

“A causa dello stato di siccità, la vegetazione è estremamente infiammabile, per cui si ricordino le ordinanze e il divieto dell’utilizzo del fuoco”.

Dodici ettari di macchia mediterranea sono stati bruciati ad Alata, e cinque ad Arbori. Il bilancio avrebbe potuto essere più grave senza l’intervento dei canadair.

Ma nonostante l’arrivo dei velivoli, le forze dell’ordine richiamano alla prudenza.

Anche il decreto prefettoriale vieta l’uso dei fuochi prescritti con quindici giorni di anticipo. Dal mese di marzo si sono succeduti otto incendi sul territorio corso.


Fonte: FR3 Corse ViaStella – Trad. di C. Poli