GI: fine dell’occupazione in cambio dell’appoggio comune alle rivendicazioni

“Vittoria”, scrivono i giovani militanti di Ghjuventù Indipendentista sulla loro pagina Facebook. Pongono fine allo sciopero della fame e all’occupazione del nido d’aquila della cittadella di Corte in cambio dell’impegno di tutte le forze politiche locali a firmare un documento comune e a partecipare a una grande manifestazione unitaria che sottoscrive tutte le rivendicazioni della gioventù indipendentista. Ossia, la richiesta di incontrare un rappresentante dello stato competente a trattare sui temi dell’amnistia verso i prigionieri politici còrsi e sull’applicazione delle mozioni approvate dall’Assemblea di Corsica in materia di statuto dei residenti, statuto fiscale e co-ufficialità della lingua còrsa.

gi-occupcorsi-notte

La decisione è arrivata ieri sera dopo l’incontro degli studenti con una delegazione di eletti còrsi, tra cui Jean-Guy Talamoni, Josepha Giacometti, Pierre Ghionga, Maria Guidicelli, Xavier Luciani, Michel Castellani, Paul-Félix Benedetti, Hyacinthe Vanni, Emmanuelle De Gentili, Jean-Christophe Angelini, Gilles Simeoni, Jean-Marie Poli e Mattea Lacave.

Dopo un lungo scambio di opinioni, durante il quale gli studenti di GI avevano inizialmente espresso la volontà di proseguire la propria azione, essi si sono infine riuniti e hanno deliberato di mettere fine allo sciopero della fame e all’occupazione, che duravano dallo scorso mercoledì pomeriggio.

La contropartita è l’accordo con gli eletti còrsi di firmare un documento comune e di organizzare insieme una grande manifestazione popolare dove tutte le forze politiche presenti ieri a Corte saranno presenti.

Gli studenti hanno proposto agli eletti, che hanno accettato, di sensibilizzare i livelli più alti dello Stato sulla situazione di Nicolas Battini – in sciopero della fame da oltre 10 giorni – che ha chiesto di essere rimpatriato in Corsica e di poter proseguire i propri studi in prigione.

Riassumendo, i punti contenuti nel documento comune sono:

  • Una manifestazione unitaria, cui parteciperanno tutti gli eletti che hanno votato per la co-ufficialità e gli statuti fiscale e dei residenti in Assemblea di Corsica, e che voteranno a breve per l’amnistia
  • Un incontro di GI con un rappresentante dello Stato competente sulla questione còrsa e con rappresentanti dell’Unione europea
  • L’impegno degli eletti per far applicare le misure votate entro la prossima legislatura
  • Una chiamata a tutte le comunità pubbliche locali a prendere posizione in favore delle misure votate
  • La presa in carico della vicenda di Nicolas Battini, prigioniero politico rinchiuso in carcere dove è impossibilitato a proseguire gli studi.

Petru Vesperini, presidente di Ghjuventu Indipendentista ha portato un messaggio degli studenti occupanti: “Il messaggio è passato. E’ stato recepito dall’assemblea del popolo còrso”… “è tutta la Corsica che parla a una sola voce, e questa è la cosa più importante”.

 

——
Fonti: CorseNetInfos.fr – Pagina FB di GI