La sfida per Macron è rendere la Corsica un laboratorio politico innovativo per la Francia

Abbiamo parlato di come le elezioni in Corsica siano osservate con interesse dalla stampa internazionale. Ma chiaramente sono osservate con ancora più attenzione dalla stampa e dalla tv francese.

Tra tante opinioni critiche verso l’autonomia della Corsica – in Francia la concessione di statuti particolare viene spesso vissuta come un’ingiustizia verso il resto del corpo della nazione – vogliamo portare a voi questo video dell’emittente LCI.

Dopo il servizio, al minuto 1:58, in studio c’è un commento del giornalista Christophe Jakubyszyn, che segue la redazione politica e si è occupato dell’ultimo dibattito per le presidenziali tra Macron e Lepen.

 

 

Per la cronaca, sì i giornalisti continentali dicono Simeonì e Talamonì ma quelli Corsi non lo fanno 😉

Nel suo commento al servizio e alla vittoria nazionalista, Jakubyszyn fa un’analisi diversa, che prende in conto il cambiamento che, dice, i Nazionalisti hanno portato in questi due anni. Accanto a quello che lui chiama “simboli politici” come co-ufficialità, status di residente e amnistia (definizione che certo desta polemiche nell’isola) sostiene che i Nazionalisti abbiamo presentato un progetto di sviluppo economico che rifiuta il precedente modello, basato su clientelismo e speculazione immobiliare. Un progetto che propone invece di puntare su turismo di nicchia ad alto valore aggiunto, risorse naturali, settore terziario, agricoltura di qualità, innovazione tecnologica, sviluppo sostenibile.

Il problema, dice il giornalista, è che per ora non ci sono i mezzi legislativi e fiscali per mettere davvero in pratica tutto questo, e neanche la nuova collettività unica ha questi poteri.

Dunque per permettere questo, lo Stato deve concedere maggiore autonomia alla regione Corsica.

Questo pone una vera sfida, che permetterebbe di creare in Corsica “un laboratorio politico innovativo dell’autonomia politica ed economica, unico in tutta la Francia”. La domanda è se Macron accetterà questa sfida.

In ogni caso i risultati elettorali di domenica scorsa, e della prossima, costringeranno il Presidente a fare una scelta su un tema che, nella campagna presidenziale, aveva sostanzialmente ignorato.


Fonte: LCI